top of page
  • Servizio Clienti

Restrizione e formazione diisocianati: tutte le novità

Aggiornamento: 21 mar 2023

Il Regolamento (UE) 2020/1149 introduce la restrizione 74 sull’uso e l’immissione sul mercato di “diisocianati” sia aromatici che alifatici, come sostanze, o in miscele.

A partire dal 24 agosto 2023 i diisocianati non potranno essere utilizzati da soli o come costituenti in altre sostanze o in miscele per usi industriali e professionali in concentrazioni superiori allo 0,1%. L'immissione sul mercato è stata invece vietata a partire dal 24 febbraio 2022.


Restrizione diisocianati: cosa cambia e quando

  1. Tali sostanze non possono più essere utilizzate dopo il 24 agosto 2023, se:

  • la loro concentrazione (singola o in combinazione) è superiore allo 0,1 % in peso. In caso contrario (superamento di 0,1%), il datore di lavoro deve garantire che gli utilizzatori industriali, o professionali il completamento con esito positivo una formazione sull’uso sicuro dei diisocianati prima del loro impiego.

2. Tali sostanze non possono più essere immesse sul mercato dopo il 24 febbraio 2022 a meno che:

  • la loro concentrazione (singola o in combinazione) sia inferiore allo 0,1 % in peso, o il fornitore possa garantire che il destinatario delle sostanze o delle miscele sia a conoscenza delle prescrizioni normative in merito alla formazione degli addetti sull’uso sicuro dei diisocianati. A tale scopo il fornitore deve riportare sull’imballaggio la seguente dicitura: «A partire dal 24 agosto 2023 l’uso industriale o professionale è consentito solo dopo aver ricevuto una formazione adeguata».

Che misure adottare se la concentrazione supera il 0,1%

1. Formare tutti i lavoratori, industriali professionali, coinvolti nella manipolazione di queste sostanze.

2. Svolgere la formazione obbligatoriamente entro il 24 agosto 2023, articolata su tre livelli.


Formazione base

La formazione base è propedeutica e obbligatoria per procedere al conseguimento di uno dei due livelli successivi e comprende i seguenti argomenti:

  • chimica dei diisocianati

  • pericoli di tossicità (compresa tossicità acuta)

  • esposizione ai diisocianati

  • valori limite di esposizione professionale

  • modalità di sviluppo della sensibilizzazione

  • odore come segnale di pericolo

  • importanza della volatilità per il rischio

  • temperatura e peso molecolare dei diisocianati

  • attrezzature di protezione individuale necessarie

  • rischio di esposizione per contatto cutaneo e per inalazione

  • rischio connesso al processo di applicazione utilizzato

  • sistema di protezione della pelle e delle vie respiratorie

  • protezione degli astanti

  • individuazione delle fasi critiche di manipolazione sistemi di codici nazionali specifici (se pertinente)

  • sicurezza basata sui comportamenti (behaviour-based)

  • certificazione o prova documentale del completamento della formazione con esito positivo.


Formazione intermedia

La formazione di livello intermedio, riguarda:

  • ulteriori aspetti basati sui comportamenti (behaviour-based)

  • manutenzione

  • gestione dei cambiamenti

  • valutazione delle istruzioni di sicurezza esistenti

  • rischio connesso al processo di applicazione utilizzato

  • certificazione o prova documentale del completamento della formazione con esito positivo.


Formazione avanzata

La formazione avanzata, riguarda:

  • eventuali certificazioni ulteriori necessarie per gli usi specifici previsti applicazione a spruzzo al di fuori dell’apposita cabina

  • manipolazione all’aperto di formulazioni calde o bollenti (> 45 °C)

  • certificazione o prova documentale del completamento della formazione con esito positivo.



Le modifiche normative e formative per chi utilizza i diisocianati rappresentano un passo importante verso una gestione più sicura e responsabile di tali materiali. È fondamentale adottare le norme di sicurezza appropriate e partecipare a programmi di formazione per garantire l'uso corretto e sicuro dei diisocianati, evitando lesioni e danni alla salute degli operatori e dell'ambiente. Per maggiori informazioni inerenti alla formazione ⬇




24 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page